Fiere del libro di Milano, Modena e Torino: a spasso tra le fiere del libro con scrittori, editori e lettori

Case editrici, scrittori, ma soprattutto lettori hanno un luogo deputato per incontrarsi: le fiere del libro! I primi mesi del 2018 ne propongono molte e non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma occorre disporre di una guida attenta per focalizzarsi sugli appuntamenti più stimolanti. Abbiamo scelto di seguire da vicino alcune fiere che nelle edizioni precedenti si sono dimostrate interessanti, in particolare le  fiere di Milano “Tempo di libri” e “Book Pride” , la fiera di Modena “Buk festival ed infine quella imperdibile di Torino e del suo “Salone internazionale del libro”.

Cominceremo qui sotto con alcune anticipazioni sui programmi e informazioni tecniche che vi permetteranno di organizzare la vostra incursione nel meraviglioso mondo della lettura e di chi ne ha fatto una professione; poi proseguiremo nei prossimi mesi con un approfondimento su ciascuna delle tre fiere. Gli articoli verranno aggiornati dai nostri corrispondenti, che si recheranno di persona presso ciascuno degli eventi, per non lasciarsi scappare nessuna novità. Siete pronti?

 

A Milano è  appena finito “Tempo di libri” ed è in arrivo il “Book Pride”.

Il primo appuntamento che per le fiere del libro si è appena concluso a Milano, con la fiera intitolata “Tempo di Libri“, nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, in via Scarampo, dall’8 al 12 marzo.

La rassegna nasce nel 2017 con dichiarata vocazione a carattere internazionale. Nella prima edizione sono stati ben 524 gli espositori e circa 2.000 gli autori ospiti, protagonisti di centinaia di appuntamenti distribuiti nell’alfabeto speciale di 27 lettere e ospitati nelle 17 sale adibite agli incontri della Fiera. Quest’anno i temi  trattati quest’anno nelle varie giornate sono stati:

Giovedi 8 – DONNE: Protagoniste le scrittrici, ma soprattutto le donne tout court, note e non, reali e inventate, raccontate o biografate, in un omaggio quasi dovuto nel giorno della loro festa.

Venerdì 9 – RIBELLIONE: A cinquant’anni dai moti studenteschi del ’68, un tema dedicato a piccole e grandi rivoluzioni, politiche e sociali, e uno sguardo alle ribellioni in generale: contro le convenzioni, le abitudini, le burocrazie.

Sabato 10 – MILANO: Sguardi molteplici alla narrazione in prosa e in versi della città che ospita la manifestazione. Sarà di scena la Milano attuale come quella storica, con i suoi letterati ormai consegnati alla tradizione della letteratura mondiale, come Stendhal o Hemingway.

Domenica 11 – LIBRI E IMMAGINI: Porte aperte ai linguaggi artistici: dal libro d’arte alla graphic novel, il rapporto tra il testo e l’immagine in tutte le sue sfaccettature, con libri fotografici, d’artista, di cinema o illustrati, e designer, artisti e illustratori a raccontarli e commentare.

Lunedì 12 – MONDO DIGITALE: Un ponte tra passato e futuro affrontando i temi della rivoluzione tecnologica, sapendo che la virtualità può dare un contributo straordinario alla diffusione delle emozioni che sanno restituire le narrazioni.

Consigli

Alcuni suggerimenti sull’edizione di quest’anno li trovate in questo nostro articolo.

Con uno sguardo alle edizioni precedenti, vi consigliamo di cercare i libri di Asli Erdogan; per chi non lo avesse già letto, sicuramente merita una lettura “Il mandarino meraviglioso”.

Offerta
Il mandarino meraviglioso
2 Recensioni

Asli è stata presente come ospite lo scorso anno; a settembre 2017 Garzanti ha pubblicato la sua nuova antologia di articoli intitolata “Neppure il silenzio è più tuo”, nella quale la donna rivendica la libertà di opinione e denuncia gli orrori del governo Turco.

Offerta

Ed un aggiornamento curiosando tra le  bancarelle della edizione 2018 lo trovate qui.

I numeri quest’anno hanno premiato questa neo fiera che ha sfiorato i 100.000 biglietti staccati e le presenze registrate,  con aumento di oltre il 60% rispetto alla prima edizione.

Arriva il Book Pride sempre a Milano.

Dal 23 al 25 marzo 2018 torna a Milano BOOK PRIDE, Fiera Nazionale dell’Editoria Indipendente,  giunta oramai alla sua quarta edizione, che si svolgerà negli spazi dell’ex Ansaldo.

Il cuore della fiera si conferma BASE, ormai affermato polo culturale della città di Milano, a cui si affianca il MUDEC, il Museo delle Culture.
BOOK PRIDE è organizzato da Odei, Osservatorio degli editori indipendenti, in collaborazione con il Comune di Milano, e diretto per la prima volta da Giorgio Vasta.

IL TEMA 2018: TUTTI I VIVENTI

“Tutti i viventi” è il tema dell’edizione 2018 di BOOK PRIDE. Il desiderio è quello di rappresentare la molteplicità e il mutamento e di raccontare – non solo nei tre giorni della fiera ma anche prima e dopo – le forme di tutti i viventi, le loro idee, le azioni, le contraddizioni, i progetti, i legami, i contrasti. Parole chiave di BOOK PRIDE alle quali si vuole restituire centralità sono l’indipendenza, intesa come rischio, visionarietà, coscienza e incoscienza, e l’orgoglio, nella sua dimensione di laboriosità strategica, quel bisogno di fare le cose con più scrupolo possibile: perché lo scrupolo – il prendersi cura – è il modo in cui l’orgoglio si esprime.

Si tratta di una importante fiera della piccola editoria, con ingresso grauito.

Consigli.

Vi diamo due anticipazioni di eventi e alcuni consigli di acquisto.

Alle 18: 30 del 24 Marzo non perdetevi il Reading di Marino Magliani, traduttore di SUDESTE, a cura dell’editore Exòrma edizioni. Interviene Gianni Montieri

Offerta
Sudeste
  • Haroldo Conti

Per la prima volta tradotto in Italia.

Un’immagine remota e sospesa; esigenze marginali, misere e violente, come il paesaggio: siamo alla foce del fiume Paraná, Sud-Est è la direzione da cui soffia il vento che solleva e dirige il il mare nel Delta. Quel fiume è una specie di Dio arbitrario che governa i destini degli esseri umani: persone solitarie, taciturne, che vivono pescando, raccogliendo giunchi, mangiano gallette rafferme e pesce che sa di fango.

Un mondo dove sembra non succedere nulla mentre, in realtà, senza quasi accorgersene, accade di tutto.

e alle 13:00 domenica 25 Marzo la presentazione di Il Libro di Josh, di Lorenzo Fusoni (Golem Edizioni)

Con l’autore dialoga Annarita Briganti, un evento  più che una presentazione, con letture interpretate da
Diego Razionale e il giovanissimo Samuele Civardi, con l’apporto musicale di Guido Block.

Offerta
Il libro di Josh
5 Recensioni
Il libro di Josh
  • Lorenzo Fusoni

“Un flusso ininterrotto di dialoghi. Solo voci, attraverso le quali si conoscono i personaggi e si dipana una storia dove nulla è quello che sembra. Protagonista assoluto Josh, un bambino di otto anni che ha già letto l’intera opera di Dickens e sa cavarsela nella vita come e meglio dei grandi. Intorno a lui un padre goffo, che cerca stancamente di comprendere e arginare la tracimante, forse pericolosa fantasia del figlio, una madre single con bimba in tailleur Gucci, un boss italoamericano mammone, un drammaturgo in crisi, una compagnia di attori senza copione. I piani di lettura si intrecciano svelando uno zoo umano sempre sul punto di esplodere o collassare in un caos di prospettive, intenzioni e fini. Un’opera imperdibile e post-moderna, che fa sorridere e pensare, trasformando il baratro di incomprensioni tra padri e figli in un romanzo d’avventura inconsueto, originale e divertente”. questa la presentazione ad opera della casa editrice.

La piccola editoria al “Buk Festival” di Modena

A marzo cade anche il secondo appuntamento dedicato alle fiere del libro che vogliamo segnalarvi; il 24 e 25 si terrà il “Buk Festival” di Modena, festival della piccola e media editoria.

Si tratta di una manifestazione con una diversa vocazione, rispetto alla precedente; organizzata dall’associazione culturale “Progettarte”, nasce per dare spazio ai piccoli editori italiani, ma anche stranieri, e offre la possibilità di presentare la propria offerta culturale in Piazza XX Settembre. Cominciate ad organizzare la vostra visita pianificando come raggiungere la location.

Al Modena Buk le iniziative proposte non si limitano alle classiche presentazioni di libri o alle conferenze su temi di attualità, ma prevedono anche reading e atelier letterari creativi, incontri con autori e personaggi di spicco del mondo della cultura. Peraltro, l’ambiente informale della città emiliana spinge il visitatore ad incontrare e conoscere gli esponenti del mondo editoriale.

Consigli

Al Buk festival dello scorso anno erano presenti ottime, piccole case editrici, tra le quali ricordiamo Les Flaneurs, ed in particolare un suo autore, Daniele Mosca, che proprio a febbraio dell’anno scorso ha presentato “L’equazione”, un thriller storico ambientato tra Torino, Bari e Firenze.

Offerta
L'equazione
4 Recensioni
L'equazione
  • Daniele Mosca

La macchina del silenzio” è la sua nuova opera, definita dalle recensioni come un techno thriller dai ritmi serrati.

Offerta
La macchina del silenzio
2 Recensioni

Tra le bancarelle dell’edizione passata era presente anche la casa editrice Nulla Die, che ospitava la scrittrice esordiente Debora Paolini; segnaliamo il suo libro intitolato “La prescelta”, primo dei due romanzi che compongono il progetto “La rosa degli Ashtah”. La Paolini sarà presente anche nell’edizione di quest’anno e ha in fase di stesura il secondo romanzo.

Offerta
La prescelta. La rosa degli Ashtah
5 Recensioni

Un classico: il “Salone internazionale del libro” di Torino

Per la primavera inoltrata segnaliamo un appuntamento “classico” per gli appassionati di lettura e delle fiere del libro, ormai giunto alla sua trentunesima edizione: Il “Salone internazionale del libro” di Torino, che avrà luogo tra il 14 al 18 maggio. La manifestazione approda ogni anno al Lingotto, nella zona fieristica di Torino, che deve la sua attuale sistemazione alla ristrutturazione di Renzo Piano.

Il Salone è promosso dalla “Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura” e con l’edizione 2017, dedicata al trentennio, ha raggiunto i 143.815 visitatori e i 1.200 espositori. Attraverso le pagine del suo sito si dichiara “la più grande libreria italiana del mondo” e allo stesso tempo un evento culturale, un punto di riferimento internazionale per gli esponenti del mondo del libro e un importante progetto educativo, che si occupa di promozione di libri e di lettura presso i giovani.

Il Salone del libro ed i piccoli editori: consigli

Al Salone di Torino, a fianco dei grandi editori, troviamo numerose case editrici minori; nelle precedenti edizioni ci ha piacevolmente colpito l’editore “Forme Libere” e la sua collana “Passi Nel Buio“, interamente dedicata ai gialli; tanti i libri di questa raccolta, tutti diversi quanto a stile narrativo. Agli amanti del noir segnaliamo il primo libro di Giovanni Bertani, pubblicato nel luglio 2015, intitolato “Il Grisbì”, in cui il protagonista Bobby Lago, ex detenuto, viene accusato ingiustamente di complicità con due fuorilegge e costretto ad una serrata fuga a tre.

Il grisbì
2 Recensioni
Il grisbì
  • Giovanni Bertani

Una menzione va anche alla piccola casa editrice “Freccia d’Oro”, che nel luglio 2017 ha pubblicato la splendida favola di Roberto Tira intitolata “I Ron”.

I Ron. Ediz. illustrata
  • Roberto Tira, Rina Pirani Natalini

Il Salone del libro e la scuola

Il Salone del Libro di Torino ha molte sfaccettature, e così nell’edizione 2018 troverà spazio il Bookstock Village, con un particolare occhio di riguardo ai ragazzi e al mondo delle scuole.

Sul sito ufficiale troviamo già alcune informazioni che possono essere utili per i docenti che vogliono visitare il salone con o senza classi.

In particolare, come si rinviene nella pagina web specifica, quelli che visitano da soli godono di diritto all’ingresso o abbonamento ridotto quali operatori professionali (anche acquistabile online) e possono richiedere sia l’esonero ministeriale dal servizio, che un attestato di partecipazione alla manifestazione, rivolgendosi alla segreteria del Salone. Inoltre possono iscriversi ad alcuni appuntamenti o corsi di formazione riconosciuti dal Miur e validi come crediti professionali.

Per i docenti che visitano il Salone con i loro studenti sono invece previsti questi benefits:

  • ingresso gratuito al Salone (due ingressi accompagnatori per classe);
  • possibilità di acquistare gli ingressi a prezzo ridotto per gli studenti;
  • possibilità di acquisto in prevendita online dei biglietti e ricezione sulla propria mail;
  • prenotazione anticipata dei laboratori;
  • servizio di accoglienza per le classi.

Per richiedere il biglietto ridotto o prenotare la visita con la propria classe è necessario registrarsi sul sito del Salone, così da ricevere la Newsletter Scuola.

Per gli utenti interessati ad acquisire informazioni sui libri scolastici non solo per elementari ma anche per medie, superiori o università consigliamo comunque di leggere questo post: https://libriscolasticiscontati.it/

In conclusione

Ci sono molte altre realtà editoriali che meriterebbero considerazione, ma a questo punto lasciamo a voi e al vostro giudizio un commento su quanto potrete trovare nei saloni previsti per il 2018; contiamo dunque sulla vostra partecipazione affinché ci segnaliate le novità a vostro giudizio più interessanti. Se avete già partecipato ad alcune di queste fiere del libro dell’edizione 2017 o anche delle passate edizioni, saremmo intanto onorati di ricevere qualche vostra impressione!

Ci diamo appuntamento a breve, per trattare altri approfondimenti e ricevere aggiornamenti dalle fiere del libro, ormai prossime: in books we trust!

Fiere del libro di Milano, Modena e Torino: a spasso tra le fiere del libro con scrittori, editori e lettori
5 (100%) 3 votes